logo_consorzio1






Il consorzio di difesa
Il Consorzio Unico di Difesa Terre Golenali del Comune di Brescello (Consorzio Ghiarole) è un consorzio obbligatorio che riunisce tutti i proprietari di immobili, terreni e fabbricati che si trovano all'interno del comprensorio di Ghiarole, delimitato a sud dall'argine di seconda categoria e a nord dal fiume Enza. 
Il Consorzio gestisce l'argine consortile a difesa del comprensorio.

L'abitato di Ghiarole
Il nome sembra derivare dalla presenza di ghiaia nelle campagne, alla confluenza dell'Enza nel Po, portata a valle dall'Appennino dalle acque del torrente. Villa Ghiarole, dopo i due tagli dell'Enza, si sviluppa principalmente nella seconda metà del secolo XVIII. Nella località è notabile il Santuario della Beata Vergine di Caravaggio. E' stato fatto costruire nel luogo in cui un signore veneziano, ai tempi in cui Brescello, nel 1400, era dominio della Serenissima di S. Marco, aveva fatto erigere una cappella. Dal 1500 al 1700 Ghiarole è spesso citata nelle cronache in quanto terra di confine tra il ducato di Parma, lo stato Estense ed il ducato di Mantova. Nel 1606 Smeraldo Smeraldi inseriva il comprensorio di Ghiarole nelle mappe di confine del ducato Farnesiano, nella zona attualmente denominata "bando modenese". Al di la dell'Enza, non ancora modificata nel percorso, comparivano i "Mezzani del Vescovo". Alla fine del 1700 il tessuto urbanistico del paese si consolida nella veste attuale. Il paese in passato era suddivise in "quadre" indipendenti, difese da arginature. All'inizio degli anni 70 del secolo scorso le quadre vennero abbandonate e venne realizzato il nuovo argine consortile, tuttora esistente.
L'abitato di Ghiarole è rimasto pressochè immutato dalla prima metà del secolo scorso conservando abitazioni rurali tipiche del paesaggio fluviale.
Al via i lavori di manutenzione straordinaria dell'arginatura di Ghiarole
Sono partiti i lavori di manutenzione straordinaria dell'arginatura consortile finalizzati a mettere in sicurezza l'abitato di Ghiarole per la piena con tempo di ritorno cinquantennale. Il progetto è stato fatto a cura dal Consorzio basandosi sui lavori di tesi effettuati con l'Università degli Studi di Parma - DICATeA.
La terra necessaria è stata reperita presso la GC - COSTRUZIONI S.R.L. di Parma, che l'ha concessa per la realizzazione dell'opera. 
Al momento l'importo dei lavori è interamente finanziato dal Consorzio in quanto il comune di Brescello non ha erogato alcun contributo economico.
I lavori sono effettuati dalla ditta S.I.R.E. S.r.l., si protrarranno fino al 2018 e vedranno una pausa nel periodo invernale. Durante i lavori verrà comunque assicurata la sicurezza dell'arginatura esistente.
Per gli anni successivi il Consorzio ha in programma lavori di consolidamento delle sponde dell'Enza nonché lavori di ulteriore miglioramento dell'arginatura al fine di renderla resistente ad una piena della durata di 14 giorni al massimo livello consentito. 
Si invitano i consorziati a procedere con sollecito al pagamento della quota consortile per non dover interrompere i lavori in corso. Per ragioni di sicurezza si invitano i consorziati ed i residenti a non recarsi presso le aree di cantiere. 

​​​​​​​



Successo per la giornata ecologica
Il 25 marzo 2017 si è tenuta l'iniziativa ecologica per la pulizia di Ghiarole. Hanno partecipato all'evento, organizzato dalla Nuova Comunità di Ghiarole, il Consorzio Ghiarole e le GGEV. E' intervenuta anche una rappresentanza del Corpo Unico Polizia Municipale Bassa Reggiana. Gli alunni di due classi di 4^ elementare hanno provveduto a piantumare parte della cava "Enza Morta" con olmi e talee di salice. Appuntamento all'anno prossimo!
IMG-20170327-WA0008

















Pubblicato lo Statuto ed. 12-2016

Nel corso dell'assemblea dei Delegati del 27/12/2016 sono state approvate le modifiche allo Statuto, revisionato nell'edizione 12-2016.  Nell'apposita sezione è scaricabile il file pdf. dello Statuto consortile.


Ottenute le autorizzazioni per i lavori di manutenzione straordinaria dell'arginatura di Ghiarole

In data 13/12/2016 il Comune di Brescello ha inviato al Consorzio le autorizzazioni necessarie per l'inizio dei lavori di manutenzione straordinaria dell'arginatura consortile.
In considerazione della stagione invernale e del blocco dei lavori di svaso del ponte di Sorbolo i lavori sull'arginatura inizieranno nella primavera del 2017.

Lavori di manutenzione straordinaria dell'arginatura di Ghiarole


Il 17/09/2016 il consorzio unico terre golenali del comune di Brescello ha depositato in Comune il progetto per lavori di manutenzione straordinaria dell'arginatura a difesa della frazione storica di Ghiarole.
Detti lavori metteranno in sicurezza la frazione per la piena con tempo di ricorrenza cinquantennale e saranno eseguiti a cura del Consorzio.
Il progetto è stato redatto dal Consorzio grazie alla fattiva collaborazione con l'Università degli Studi di Parma - settore DICATeA.
I lavori vedranno l'impiego di terra proveniente dallo svaso del ponte di Sorbolo. Grazie alla collaborazione di AIPO ed al fattivo supporto dei Commissari Prefettizi è stato possibile avere la terra necessaria a condizioni particolarmente vantaggiose.
Attualmente il progetto, già autorizzato con nulla osta idraulico rilasciato da AIPO, è in fase di approvazione da parte della Soprintendenza di Bologna.
Date le tempistiche del cantiere di Sorbolo, e nell'impossibilità di iniziare prima in mancanza delle autorizzazioni necessarie, i lavori inizieranno nella stagione invernale e si protrarranno anche per il 2017. Durante i lavori verrà mantenuta la sicurezza dell'arginatura.
Con la presente vogliamo ringraziare, per l'impegno profuso nella realizzazione del progetto, i Commissari prefettizi, l'Ing. Vergnani ed il Geom. Zilli di AIPO, il Prof. Mignosa, la Prof.ssa Tanda ed il Prof. Segalini dell'Università di Parma.
Laureata con 108/110 la borsista Gessica Carpeggiani

Il 14 ottobre si è laureata Gessica Carpeggiani con la tesi "aspetti geotecnici legati alla stabilità degli argini: la golena di Ghiarole".
Un lavoro di elevato spessore tecnico che ha comportato lo studio dell'intera arginatura e la verifica a sifonamento, imbibizione e stabilità con l'ausilio di programmi di simulazione agli elementi finiti.
Il lavoro di tesi sarà propedeutico ai futuri lavori di ottimizzazione dell'arginatura. 
Al momento della proclamazione il presidente del Consorzio ha consegnato all'Ing. Gessica Carpeggiani il premio di studio di euro 1000,00.
Da parte del Consiglio Direttivo i migliori complimenti all'Ing. Carpeggiani.
Un sentito ringraziamento al Prof. Segalini ed alla Prof.ssa Tanda per il prezioso supporto dato al Consorzio.


Pulizia straordinaria alveo attivo torrente Enza

Ad agosto 2016, a seguito di nulla osta da parte di AIPO, il Consorzio ha effettuato la rimozione di materiale ligneo abbattuto e flottante nell'alveo attivo del torrente Enza. Sono state rimosse complessivamente 4 ostruzioni lignee e 3 fusti abbattuti che stavano innescando fenomeni erosivi nelle sponde





Site Map